mercoledì 9 febbraio 2011

Visto il mio grande amore per la natura

ho deciso che sarò una "casalinga ecologica" di calsse A insomma, come gli elettrodomestici più all'avanguardia.
Faccio la raccolta differenziata da anni, anche se a volte mi chiedo dove vada a finire il mio pattume dopo che passano a ritirarlo, ho cominciato a non buttare più l'olio che uso per friggere nel lavandino ma lo rimetto a freddo nella sua bottiglia e la butto nel sacco nero, e soprattutto da poco tempo non uso più l'ammorbidente per lavare i panni!
Certo ho dovuto prendere il coraggio a due mani e dire, ok in questo bucato ci provo, metto l'aceto bianco al posto dell'ammorbidente e vediamo cosa riesco a combinare...
Bah devo dire che "si può fare!!!" (citazione da Frankestein Junio appena rivisto).
Non so dire bene bene quale sia la differenza, io con l'ammorbidente non notavo quella patina sui vestiti che molte osservano, però se posso inquinare di meno ed avere lo stesso risultato in termini di pulizia e profumo perchè non farlo??!!
Senza poi menzionare il carattere economico di tutta l'operazione...una confezione di ammorbidente da due litri quanto costa? Sarà sui 3 euro? Un litro di aceto bianco massimo un euro, però se ne usano due dita in un bicchierino quelli da limoncello per capirci...per cui la resa è maggiore e la spesa minore...
Vale 1-Ammorbidente 0!!!