lunedì 8 aprile 2013

I carciofi alla sezzese!!



Ebbene a grande richiesta ecco finalmente la preziosissima ricetta di questi meravigliosi carciofi che mi è stata data dal papà di un nostro amico in occasione di Pasqua, quando eravamo ospiti dai suoi a Latina.
Io adoro i carciofi per cui per me e stato bellissimo sapere che suo papà li avrebbe fatti alla grigliata di pasquetta quindi mi sono appostata in cucina per carpire tutti i suoi segreti, grazie Quinto!




Ingredienti

Tanti carciofi romaneschi (o mammole)
Limone
Olio abbondante
Sale
Aglio
Mentuccia (se la si trova altrimenti prezzemolo)

Innanzitutto il passaggio più palloso....pulire i carciofi e metterli in acqua e limone tagliati a metà, prepararli tutti e poi prendere una pentola capiente, a seconda della quantità di carciofi, e metterli dentro con un po' di sale che mescoleremo con le mani nei carciofi, lasciando anche un mezzo limone in pentola. Poi prendere la mentuccia o il prezzemolo e metterlo nei carciofi, poi irrorare con abbondante olio EVO senza paura c'è ne vuole un po', poi mettere l'aglio (se non vi piace non mettetelo tanto vengono buoni uguale) e chiudere con il coperchio la pentola.
Solo ora metterla sul fuoco coperta e a fuoco basso per circa 5/6 minuti poi controllare la cottura normalmente ci vogliono 15/20 minuti, più i carciofi sono freschi meno dovranno cuocere. A metà cottura è importante fare "la mossa" ovvero tenendo il coperchio ben chiuso sulla pentola dare delle energiche girate ai carciofi ( non li mescoliamo con il cucchiaio o altro perché si spappolerebbero) e poi far finire di cuocere....

Fatemi sapere se la ricetta vi piace, io la adoro!!!!!

P.s. Si chiamano alla Sezzese da Sezze una cittadina dell'agro pontino che la leggenda vuole sia stata fondata addirittura da Ercole dopo aver vinto i Lestrigoni, infatti lo stemma della città raffigura il Leone Nemeo di cui Ercole indossava la pelle a mo di mantello dopo averlo sconfitto, il cuoco è originario di lì!